Un grande progetto di rebranding

Abbiamo avuto l’onore di affiancare sul piano linguistico dalla A alla Z l’Associazione svizzera dell’industria del gas (ASIG) durante le varie tappe della campagna elaborata nell’ambito del riposizionamento del marchio. La seconda fase di questo complesso progetto, durato più di mezzo anno, si è svolta nell’autunno del 2019, con Diction sempre presente.

Il cliente

L’ASIG rappresenta a livello nazionale e internazionale gli interessi del settore svizzero del gas. L’associazione raggruppa circa 90 aziende di distribuzione del gas. L’ASIG con sede a Zurigo sostiene i suoi membri nelle aree politica, marketing, formazione e pubbliche relazioni. Diction collabora con l’ASIG tramite l’agenzia Heimat Zürich.

L’incarico

Il settore svizzero del gas ha introdotto il marchio gazenergie. Questo marchio riunisce sotto un nome e un’identità comune tutti i prodotti, le tecnologie, le infrastrutture di rete, i servizi e le applicazioni pertinenti al gas. Ma cosa ha a che vedere la lingua con il riposizionamento sul mercato e la rielaborazione dell’immagine del marchio? Moltissimo. Il wording deve essere coerente in tutti i testi e in tutti i canali di comunicazione, e questo in tutte le lingue. Diction ha avuto il compito di revisionare il materiale marketing in lingua tedesca e poi di procedere alla traduzione in francese e italiano. Le tipologie di testo erano le più svariate: testi su strategie, presentazioni, manuali, materiale per la formazione e glossari, ma anche annunci, cartelloni, reportage, video, testi web e claim. La sfida era da un lato mantenere la panoramica a livello di wording e versioni aggiornate, data la mole di testi e i diversi canali, e dall’altro garantire in tutte le lingue la trasmissione di un messaggio coerente e dall’elevata riconoscibilità.

La soluzione

Tecnologia ed esperti linguistici: ecco su cosa abbiamo puntato. Al fine di garantire la continuità, i nostri traduttori e revisori interni comunicavano tra loro ad ogni incarico: «Come fate voi di francese? «Qual è l’ultima versione?». Inoltre, eravamo in contatto costante con il cliente. Il progetto, infatti, continuava a evolversi, mentre procedevamo con la revisione e la traduzione dei testi e assistevamo il cliente per quanto riguarda il nuovo wording in francese e italiano. Arrivavano poi sempre nuove modifiche e feedback, che provvedevamo puntualmente a documentare. Non poteva mancare la magia dei nostri CAT tool (traduzione assistita dal computer). In ogni team linguistico i nostri traduttori professionisti hanno fatto in modo che le translation memory e la banca dati terminologica del cliente ASIG fossero sempre aggiornate. Abbiamo sempre preso nota immediatamente di termini tecnici, corporate language, ma anche di espressioni da evitare.

Riassumendo, si è trattato di un progetto ampio e interessante che ci ha permesso di affiancare in modo costante l’ASIG per diversi mesi, grazie al nostro know-how e con l’ausilio delle nostre tecnologie di traduzione assistita.